Ultimo aggiornamento: 26/06/2018 ore 13:38

   
  
 

FISCALITA' AGEVOLATA
Credito d’imposta alla formazione 4.0 solo per sei mesi

Credito d’imposta alla formazione 4.0 solo per sei mesi
Si sblocca definitivamente il credito d'imposta sulla formazione collegata a Industria 4.0. Il decreto attuativo dello Sviluppo economico è stato pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» 143 del 22 giugno. Il credito d'imposta, per il quale sono disponibili complessivamente 250 milioni, è in vigore in via sperimentale solo per il 2018. Quindi ci sono sei mesi per effettuare investimenti secondo le linee guide del decreto.
  

FISCALITA' AGEVOLATA
Bonus cultura 18enni: stop immediato

Stop immediato al bonus cultura per i ragazzi che compiono 18 anni nel 2018 e nel 2019. Dopo che il Consiglio di Stato venerdì 15 giugno 2018 ha bocciato la misura nella sua utlima versione, quasi 1,2 milioni di giovani rimarranno senza il bonus di 500 euro da spendere per l'acquisto di prodotti culturali come

rappresentazioni teatrali e cinematografiche,
libri,
ingressi a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali e spettacoli dal vivo
musica registrata, corsi di musica, teatro o lingua straniera.
In base ai dati forniti dal Mibact il buono di 500 negli anni 2016 - 2017 era stato impiegato nel seguente modo:

80% per la lettura (98% libri cartacei; 2% ebook)
10% per concerti e musica
7% per il cinema.
Per quanto riguarda quest'anno, oltre al blocco dei giudici del Consiglio di Stato, sullo stop del bonus pesano gli scetticismi in merito a questo strumento espressi dal nuovo Ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli che difficilmente sceglierà di rimediare ai tecnicismi e reintrodurre il bonus. In particolare, i giudici del Consiglio di Stato hanno esaminato il decreto che, modificando il regolamento attualmente in vigore (Dpcm 187/2016), avrebbe dovuto prorogare il bonus per i diciottenni del 2018 e del 2019 rispettivamente

592mila giovani nel 2018
581mila giovani nel 2019.
Il problema, però, è che l’estensione di altri due anni dei 500 euro poggia su basi normative troppo deboli in quanto manca una norma di rango primario che giustifichi questo allungamento dei tempi, l'unica strada sarebbe:

inserire la proroga in una legge
procedere attraverso un regolamento di modifica delle norme in vigore.
  

FISCO
Rivalutazione terreni e partecipazioni: sostitutiva entro il 2 luglio

La Legge di Bilancio 2018 (L. 205/2017) ha prorogato per l'ennesima volta, la possibilità di rivalutare i terreni e le partecipazioni possedute non in regime di impresa. In particolare, possono fruire della rivalutazione i contribuenti che, in caso di cessione, realizzerebbero potenzialmente un reddito diverso di cui all'art. 67 del Tuir. Si tratta, quindi, dei seguenti soggetti:

- le persone fisiche residenti, per le cessioni di partecipazioni o di terreni che non generano reddito di impresa;
- le società semplici
- le società e gli enti ed equiparate alle società semplici ex art.5 DPR 917/86; quali, ad esempio, le associazioni professionali;
- gli enti non commerciali residenti, per attività non in regime di impresa;
- soggetti non residenti, per le plusvalenze derivanti dalla cessione a titolo oneroso di partecipazioni in società residenti in Italia che non siano riferibili a stabili organizzazioni
Il termine ultimo per la redazione della perizia dei terreni è categoricamente prima della cessione dello stesso ed entro il 2 luglio 2018. Tale data è anche il termine entro il quale deve essere effettuato il versamento dell’imposta sostitutiva, in modo da "perfezionare" la rivalutazione. Si ricorda che l'aliquota dell'imposta sostitutiva è pari all'8% sia per i terreni, sia per le partecipazioni, e indipendentemente dal fatto che si tratti di partecipazioni qualificate o non.
  

FISCO
Carburanti 'tracciabili' per gli autocarri

Con la circolare n. 8/E/2018 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che sono validi ai fini della deducibilità del costo e della detraibilità dell'Iva sui costi di rifornimenti di carburante, anche i pagamenti effettuati con strumenti tracciabili dai soggetti passivi d'imposta. Pensiamo ai rifornimenti di auto aziendali pagati con bancomat o con carta di credito personale del dipendente o dell'amministratore. Se il rimborso della spesa anticipata viene erogato con strumento tracciabile, la società potrà dedurre il costo e detrarre l'Iva sul costo del carburante. Solo per la deduzione dei costi e dell'Iva sugli acquisti di carburante per autotrazione il pagamento tracciabile è condizione necessaria, per le altre spese (vedi manutenzione, leasing, noleggio e custodia) non è vincolante.
  

FISCO
Controlli fiscali 2018: le linee guida operative della Guardia di Finanza

Con Circolare 13 aprile 2018, n. 114153, la Guardia di Finanza ha fornito le preliminari direttive sulle principali novità fiscali introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 e dal D.L. n. 148/2017 (c.d. "Collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2018") di interesse operativo per le fiamme gialle.
In particolare, il documento, con riferimento alle disposizioni contenute nella Legge n. 205/2017, evidenzia diversi aspetti, tra i quali:
- la nuova disciplina delle società sportive dilettantistiche lucrative;
- l’abrogazione della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute e il differimento dei termini di presentazione delle dichiarazioni;
- le disposizioni per il contrasto all’evasione fiscale e alle frodi nel settore della commercializzazione e distribuzione dei carburanti;
- le modifiche alla nozione di "stabile organizzazione".

Con riferimento, invece, alle disposizioni contenute nel D.L. n. 148/2017, la Guardia di Finanza affronta, tra l’altro, i seguenti argomenti:
- le disposizioni relative alla trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute;
- l’estensione dello split payment a tutte le società controllate dalla Pubblica Amministrazione;
- la collaborazione volontaria per l’emersione dei redditi prodotti all’estero;
- la liberalizzazione della gestione dei diritti d’autore;
- la decorrenza delle disposizioni fiscali contenute nel Codice del terzo settore.

  

 

  
 

COMUNICAZIONI
I clienti sono pregati di consegnare, presso lo studio, tutta la documentazione per aggiornare la contabilità aziendale per la relativa pianificazione della chiusura dell'esercizio;
  

Febbraio 2018

   

Venerdì, 16 Febbraio 2018

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI

Versamento dell’IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6001 (versamento Iva mensile – gennaio), da parte dei contribuenti Iva mensili.



RITENUTE ALLA FONTE

Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (i.e.: compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.



IVA – CONTRIBUENTI TRIMESTRALI “PARTICOLARI”

Scade il termine per il versamento dell’I.V.A. del 4′ trimestre dell’anno precedente (i.e. associazioni sportive dilettantistiche e distributori di carburanti)



INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE

Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24.



INPS – CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA

Pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.



INPS – CONTRIBUTI ARTIGIANI E COMMERCIANTI

Pagamento della quarta rata (fissa), relativa al trimestre ottobre – novembre – dicembre dell’anno precedente, calcolata sul reddito minimale, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione, con l’utilizzo del mod. F24.



T.F.R. – IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE

I sostituti d’imposta devono versare il saldo dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del T.F.R. accantonato al 31/12 dell’anno precedente. Per il versamento viene utilizzato in F24 il codice tributo 1713. L’acconto, pari al 90%, doveva essere versato lo scorso 16 dicembre.

   

Martedì, 20 Febbraio 2018

ENASARCO

Versamento dei contributi previdenziali relativi al 4’ trimestre dell’anno precedente.

   

Lunedì, 26 Febbraio 2018

INTRASTAT – mensili

Presentazione degli elenchi riepilogativi mensili intracomunitari relativi al mese precedente.

   

Mercoledì, 28 Febbraio 2018

LIPE QUARTO TRIMESTRE

I soggetti passivi Iva devono inviare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva effettuate nel quarto trimestre del 2017.



RIDUZIONE DEI CONTRIBUTI INPS PER I CONTRIBUENTI FORFETTARI

Scade il termine per richiedere il regime previdenziale agevolato occorre presentare apposita dichiarazione con modalità telematiche per chi esercita già un’attività e si è iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti.



INAIL AUTOLIQUIDAZIONE (saldo 2017 – acconto 2018)

I datori di lavoro devono presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (ai sensi delle leggi n. 449/97 e n. 144/99), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (ai sensi della legge n. 296/2006) in presenza dei requisiti previsti, utilizzando i servizi telematici.



UNI-EMENS

Scade il termine per l’invio telematico e della dichiarazione Uni-emens relativi al mese precedente.



SCHEDA CARBURANTE

Alla fine del mese (o del trimestre, a seconda della modalità prescelta) occorre rilevare sulla scheda carburante il numero dei chilometri dell’automezzo.



RINNOVO CONTRATTI DI LOCAZIONE – IMPOSTA DI REGISTRO

Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone annuo – relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese (in realtà per questo mese c’è qualche giorno in più…). Per il versamento si utilizza il mod. F24.

 

 

[credits]